Censimento degli edifici di interesse storico e culturale

Obbiettivi

L'associazione per la tutela del patrimonio storico della Valle Divedro promuove un lavoro di mappatura degli edifici di valore storico, artistico ed archeologico presenti in Valle Divedro, di proprietà di Comuni, di Enti Ecclesiastici e di privati cittadini al fine di recuperare e valorizzare detti beni per finalità di promozione culturale e turistica.
Attualmente le amministrazioni pubbliche interessate non hanno piena conoscenza dello stato di conservazione di questi edifici, ne sono in possesso di un anagrafe o di una mappatura dei siti.
Appare evidente come la conoscenza dell'effettiva consistenza, della qualità e storia delle strutture siano essenziali nel processo di valorizzazione del patrimonio anche in termini di restauro e ristrutturazione.
E' necessario pertanto organizzare un'anagrafe ragionata degli edifici al fine di pianificare le priorità gli interventi di valorizzazione, di recupero e nell'accesso ad eventuali contributi pubblici e privati.
La particolarità di questi edifici risiede nel loro valore artistico, storico ed archeologico che ne fa oggetto di interesse di più attori istituzionali di diverso livello. Il progetto potrà essere strutturato come intervento polivalente da svolgersi in più tempi e nell'arco di annualità diverse, dando priorità all'aspetto conoscitivo mirante a ricostruire l'assetto istituzionale di riferimento relativo agli edifici e i possibili interventi di cui sono già stati oggetto.

Durata

Il progetto avrà valenza pluriennale. Lo svolgimento avrà una concezione modulare con attività progettuali e relative operatività della durata di diversi mesi. I moduli, pur se concepiti autonomamente, saranno eseguiti in una successione temporale con sequenza logica, costituendo ognuno step per gli approfondimenti successivi.

Le Attività

Il presente Piano di lavoro illustra le attività necessarie per la realizzazione di una Anagrafe degli edifici di valore storico, artistico ed archeologico Tale strumento consentirà di monitorarne con continuità il patrimonio edilizio, al fine di mettere in atto una corretta programmazione degli impegni di valorizzazione.
Gli "stati avanzamento del lavoro" sono:

  • Identificazione mediante compilazione di una scheda informativa di massima;
  • Implementazione informazioni mediante ricerche di documentazione ed approfondimento problematiche riscontrate;
  • Attività di divulgazione delle informazioni raccolte;
  • Attività di progettazione eventuali interventi di recupero;
  • Informatizzazione dati.